Conferenza Stampa Portineria Solidale

La mattina del 23 maggio si è tenuta presso l’ASC Cremona Solidale la conferenza stampa del progetto “PORTINERIA SOLIDALE – Una rete tra le associazioni di volontariato”. Erano presenti tra gli altri l’Assessore Rosita Viola, Giancarlo Storti del CdA di Fondazione Città di Cremona, Andrea Grazioli del CdA di Cremona Solidale, il Direttore Generale Emilio Tanzi e Roberta Barilli, Donata Bertoletti Presidente Auser Comprensorio di Cremona, Giorgio Toscani Presidente Auser Unipop Cremona.
Il progetto nasce dalla scelta di Cremona Solidale e Fondazione Città di Cremona di recuperare l’edificio della storica portineria (ex-palazzina del custode) ed affidarla ad Auser Comprensorio di Cremona e Auser Unipop quale sede di lavoro e come luogo di incontro, con scopi sociali e solidali, delle associazioni di volontariato che attualmente operano all’interno di Cremona Solidale. Portineria Solidale sarà rigenerazione di spazi, cantiere aperto, hub di associazioni e incubatore di innovazione ed iniziative per gli ospiti ed i lavoratori dell’ex-Soldi.
Il progetto è stato presentato da Auser Comprensorio di Cremona al bando “Volontariato 2018” di Fondazione Cariplo, Regione Lombardia, Comitato di Gestione del Fondo Speciale e Centri per il Servizio Volontariato Lombardia.
L’Assessore Viola presenta la genesi del progetto che si inserisce in un programma amministrativo più ampio di rigenerazione degli spazi pubblici non più in uso. La ex-portineria di Cremona Solidale (sede del progetto) vede capofila Auser Provinciale di Cremona, ma ha coinvolto diverse cooperative e associazioni già operanti o comunque in stretta collaborazione con Cremona Solidale. Un obiettivo di “Portineria Solidale” sarà quello di avvicinare – fisicamente, ma non solo – Cremona Solidale al resto della cittadinanza. E in quest’ottica si inserisce l’intervento di rigenerazione della ciclopedonale che collega l’istituto alla città.
Giancarlo Storti, vicepresidente della Fondazione Città di Cremona – portando i saluti della Presidente Garoli – ha sottolineato l’importanza della riqualificazione dell’intera area del Palazzo Soldi.
Il Direttore Tanzi ha ringraziato le associazioni e le cooperative che si sono attivate per la realizzazione del progetto, esempio concreto di buone pratiche di welfare di comunità. Portineria Solidale è un’importante opportunità per Cremona Solidale: aprire i suoi spazi da vivere come bene comune, offrendo occasioni di relazione (si auspica intergenerazionale) tra ospiti e cittadini. E la presenza di volontari in struttura rappresenta una risorsa che genera qualità di vita per le persone ricoverate nell’istituto.
Donata Bertoletti, Presidente Auser Comprensorio di Cremona ha espresso la sua soddisfazione perchè Auser (Comprensorio e Unipop) avrà una sua sede e perché l’idea della collaborazione con le altre associazioni del territorio cremonese è un’esperienza importante e fondamentale, già sperimentata con il progetto Fare Legami. La rete delle associazioni di Portineria Solidale, seppur molto diverse tra loro, hanno in comune l’idea e la voglia di rendere Cremona Solidale un luogo vivibile dall’esterno, aperto.
A conclusione sono intervenuti la Presidente del Consorzio Sol.co Cremona – Giusi Biaggi – ed il Presidente di Cosper – Francesco Lazzari – che hanno voluto sottolineare come l’innovativa presenza delle cooperative all’interno di questi progetti possa aiutare anche queste realtà a rappresentarsi nella loro vera essenza: erogatori di servizi, ma anche sostegno per una cittadinanza partecipe e consapevole del proprio ruolo.